Caldaia che perde acqua: cosa fare?

caldaia

Dell’impianto di riscaldamento, la caldaia è senza alcun dubbio la parte più importante. Essa, infatti, consente di riscaldare tutti gli ambienti di un immobile producendo l’acqua con la quale ci laviamo quotidianamente e fornendo acqua ai termosifoni di casa. Quanto siano rilevanti per il nostro benessere psicofisico, di conseguenza, è certamente elevato e non può essere messo in discussione in alcun modo. 

La riprova di tutto ciò, purtroppo, avviene quando si ha a che fare quando la caldaia si blocca oppure perde acqua, situazioni in cui può capitare di “andare nel pallone” e creare ulteriori danni all’impianto di riscaldamento o recare danno all’incolumità individuale. 

Pressione, primo sintomo della perdita d’acqua della caldaia 

Pur non essendo affatto semplice, è necessario, innanzitutto, mantenere la calma e non farsi prendere dal panico ed evitare di compiere qualsiasi tipologia di attività rischiosa nei pressi della caldaia. I motivi per cui una caldaia perde acqua sono molteplici e testimoniano, in egual misura, come l’apparecchio sia in sofferenza. 

Il primo fondamentale passaggio consiste nel localizzare il punto esatto dove la caldaia accusa la perdita d’acqua, cercando di comprendere, ad esempio, se la fuoriuscita avviene a caldaia spenta o accesa. Una volta individuato, è necessario procedere alla verifica della pressione della caldaia. 

Non di rado, infatti, la causa della perdita d’acqua è da ricercare nella pressione troppo elevata dell’impianto: se è superiore ai 3 bar, la motivazione potrebbe essere questa. Per riportarla sotto tale soglia, è necessario, muniti di un recipiente, avvicinarsi ad un termosifone e far defluire l’acqua (almeno due litri) tramite la valvola di sfiato presente nel medesimo.  

Grazie a questa operazione, la pressione dovrebbe rientrare in un range tra 1 e 1,5 bar, quindi in uno stato di normalità ed il problema della perdita d’acqua dovrebbe essere ragionevolmente risolto. Se  la perdita d’acqua persiste, le cause non sono ascrivibili alla pressione e diventa indispensabile rivolgersi agli esperti di assistenza-caldaie-baxi.it; solo l’ausilio di un professionista serio e qualificato, infatti, può sistemare il problema. 

In presenza di perdita d’acqua in contesto di una pressione regolare della caldaia, la problematica potrebbe essere generata da un guasto interno, al quale un comune cittadino, fatto salvo un idraulico, può porvi rimedio autonomamente. Ad esempio, potrebbero essere danneggiati tubi, raccordi o guarnizioni interne, piuttosto che altre componenti lievemente o fortemente danneggiate

Quando è indispensabile l’intervento del tecnico 

Come abbiamo scritto, è indispensabile prendere alcun tipo di iniziativa personale, ad eccezione di quella di tenere chiusa la valvola principale in attesa che intervenga un tecnico qualificato, utilizzando l’acqua solo ed esclusivamente in caso di stretta necessità: questo comportamento virtuoso limiterà il consumo d’acqua e non amplierà il danno alla caldaia. 

Un problema che, non di rado, si pone nel momento in cui si manifesta la necessità dell’intervento di un tecnico, riguarda i costi: in caso di immobile concesso in locazione, a chi spetta l’onere, al proprietario o all’inquilino? Una domanda che, ad onor del vero, non ha una risposta univoca, in quanto ogni caso fa storia a sé.

Il primo aspetto di fondamentale importanza, in tal senso, è verificare quanto riportato nel contratto d’affitto, dove, non di rado, è indicato chi debba pagare in caso di interventi straordinari o ordinaria sull’impianto di riscaldamento. In linea (molto) teorica, il padrone di casa è il proprietario dell’impianto di riscaldamento e, quindi, dovrebbe allentare i cordoni del portafoglio, 

Spesso, però, se l’inquilino è residente stabilmente nell’appartamento da molto tempo,  

e il danno è causato dall’usura del dispositivo, le spese potrebbero essere a carico del soggetto in affitto; viceversa, se l’inquilino risiede da poco tempo nell’appartamento, sarà il proprietario dell’immobile a pagare l’intervento