Investire adesso?

Conviene investire in questo momento?

Si stanno verificando in questi giorni dei fatti internazionali che devono far riflettere, tre in particolare stanno  mettendo in difficoltà le Borse mondiali:

  • L’introduzione dei dazi da parte di Trump
  • La crisi diplomatica tra la GB e la Russia
  • Lo scandalo che ha scosso Facebook

Per capire di che si tratta e trarre le dovute conclusioni, partiamo con ordine vedendo un punto per volta nel suo significato e nei riflessi sul mondo finanziario.

I dazi da parte degli USA

Durante la campagna elettorale l’allora candidato alla Presidenza USA, Donald Trump, aveva promesso agli elettori l’introduzione di dazi su produzioni estere che sono massicciamente presenti sui mercati Americani. L’obiettivo è evidentemente quello di limitare, con l’applicazione di un sovrapprezzo, il commercio di una serie di prodotti rendendoli non più convenienti, a favore della produzione americana che porterebbe ad un incremento dell’occupazione, quindi ad un miglioramento della vita per gli statunitensi e per l’Economia nazionale. A poco più di un anno dal suo insediamento alla Casa Bianca, Trump ha deciso di mettere in atto la sua promessa elettorale e ha firmato l’introduzione di sazi che, almeno per adesso, interessano particolarmente la Cina e i Paesi che producono a basso costo ed esportano in USA. I Dazi sono previsti anche per l’Unione Europea ma lo stesso Trump, di fronte alle marcate preteste dell’UE, ha deciso di sospendere temporaneamente i dazi verso l’Europa ma questo non è ritenuto sufficiente per l’UE che vorrebbe la revoca definitiva dei dazi previsti.

In questo quadro i mercati Europei si stanno mostrando molto cauti, giustamente, quindi esiste il rischio che un investimento realizzato su titoli di aziende portino anche a perdite, in ogni caso a rendimenti risicati, il rischio di volatilità è piuttosto alto; Sembrerebbe sconsigliabile, per questo, iniziare un investimento azionario, a meno che non si sia disposti ad affrontare rischi elevati. Stiamo assistendo a notevoli negativi anche sulle Borse asiatiche, per cui investire in questi mercati è ancora meno consigliabile.

La crisi diplomatica GB-Russia

La vicenda dell’ex spia russa e di sua figlia, avvelenati in GB pare con un gas nervino che la GB ritiene arrivare da laboratori russi, sta portando a tensioni notevoli nelle relazioni tra i due Paesi ma coinvolgendo anche l’intera UE che si stringe intorno a Theresa May contro la Russia la quale ribalta tutto e accusa la GB sostenendo che il gas nervino utilizzato arrivi da laboratori britannici. Questa crisi diplomatica che ha portato ad espulsioni simmetriche di diplomatici dai due Paesi probabilmente, passata l’onda di indignazione e non esistendo a tutt’oggi prove inconfutabili di un coinvolgimento della Russia nelle vicenda, sarà destinata a sgonfiarsi senza conseguenze ma se si dovesse arrivare a sanzioni contro la Russia, molti Paesi Europei compresa l’Italia potrebbero risentirne a livello di esportazioni, con evidenti riflessi sulle Borse. Non si sa come andrà a finire, quindi gli investitori sono prudenti anche per questo particolare aspetto internazionale.

Lo Scandalo Facebook

Per alcuni potrà sembrare una cosa esagerata lo scandalo che sta coinvolgendo Facebook ma c’è poco da scherzare: attraverso Facebook, con la cessione di dati da parte del Social a società senza scrupoli, pare che siano state influenzate le decisioni di milioni di cittadini soprattutto nella votazione pro o contro la Brexit ma anche relativamente all’elezione del Presidente Trump. Fantapolitica? Non sembra proprio e la vicenda sta portando a sollevare molti dubbi sulla sicurezza dei Social, tanto che sia Facebook che Twitter hanno registrato perdite enormi multimiliardarie in Borsa in questi giorni, quindi investire, in particolare su titoli tecnologici oggi appare una specie di suicidio finanziario.

Fai le tue considerazioni prima di investire, soprattutto in titoli azionari, in questo periodo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*